TORTA COMPLEANNO GIADA

E finalmente abbiamo traslocato!!! E' stata dura perchè dovevamo trasportare quattro

valigioni enormi, piu' i futon, piu' le pentole, piu' il cibo ... Bè, abbiamo fatto tre giri!

Ancora ricordo il momento in cui ho detto "che bello Max abbiamo proprio avuto culo,

il treno che prendiamo noi è mezzo vuoto!" Questo al primo giro, di mattina, quando

tutti salivano nella direzione opposta alla nostra per andare a lavoro verso Tokyo. Ma

quando lo abbiamo preso la sera ... bè, tutti quelli che andavano verso Tokyo sono

anche tornati a casa!!! Avete presente le facce appiccicate al vetro del treno? Ecco,

solo che noi avevamo anche i valigioni! Adesso per un pelo non siamo piu' sotto Tokyo,

ma in provincia di Chiba. La nuova residenza dista 3 fermate di treno da dove

stavamo prima: è come Strà che, pur essendo a un tiro da Padova è sotto

Venezia= o •••però ... faceva molto più fico prima quando dicevo "sto a Tokvo­vo­>!''

adesso mi tocca dire "sto a Chiba ... "(già un nostro amico ha detto"ehhh Cibacosa???)

Il posto è della scuola, quindi lo abitavano altri studenti prima di noi ... ma secondo me

erano delle bestioline (per non essere volgare) visto come lo hanno lasciato: fornello

con tre dita di grasso, lavandini sporchlsstrnl, pavimento lurido e polvere dovunque!

Quindi ci siamo dati da fare con sgrassanti e aspirapolvere e in tre giorni lo abbiamo

trasformato in un luogo vivibile! Senza contare le pentole, il bollitore del riso, il

tostapane, la tv e microonde incrostati ( sì anche la tv era incrostata), prestati dalla

vecchia direttrice ( mio dio che onore!) ... Come si dice in Giappone, abbiamo fatto le

"pulizie di fine anno"! Oltre a noi ci sono anche altri studenti che abitano la "Maison

Glory", questo è il nome del condominio, e sono tutti nepalesi! Quando usciamo per

l'ora di pranzo o rientriamo per cena, sentiamo sempre l'immancabile odore di curry

che proviene dal loro appartamento ... per questo si sono meritati il soprannome di

"CURRY BOYS" (ovviamente dato da Max).

Il nuovo appartamento non è grandissimo, ma per due persone è piu' che sufficiente:

c'è una stanza piuttosto grande dove stanno comodamente i due futon, piu' il kotatsu

(che per chi non lo sapesse è un tavolino basso riscaldato elettronicamente su cui

viene posata sopra una coperta ... caldissimo!! !!), poi c'è il cucinino con la credenza dei

piatti così alta, che ho dovuto comprare uno sgabello per raggiungerla (non sono nana,

è davvero alta!!!). Per finire ci sono il bagno con vasca e quello col water. Ah

dimenticavo la grande terrazza! E' davvero spaziosa e so già che diverrà la mia casa

estiva! Fuori c'è pure la lavatrice, ma non la usiamo perchè ha un tubo che va per i

cazzi suoi e non sappiamo dove inserirlo ... così andiamo alla coin laundry! Nei dintorni

non c'è molto, è un quartiere residenziale piuttosto tranquillo, a circa due minuti a

piedi pero' puoi raggiungere un grande centro commerciale con un bellissimo multisala

che ha lo stesso nome della squadra di Mark Landers (TOHO)l\l\dove abbiamo già

visto Harry Potter e Always (bellissimo film giapponese che consiglio a tutti, ci siamo

davvero divertiti un casino a guardarlo!). Se invece butto un occhio fuori dalla finestra

vedo la linea ferroviaria col treno che passa ogni tre minuti...e che ad ogni suo

passaggio fa vibrare il pavimento dell'appartamento ( all'inizio credevamo fossero i

terremoti, ma poi abbiamo pensato che erano un po' troppi ... )! Qui dentro fa un

freddo bestia e la mattina quando ci alziamo vediamo il fiato, ma la direttrice ci ha

detto di usare con parsimonia il riscaldamento se non vogliamo spendere troppo, così

penso che ci costruiremo un igloo nella stanza, tanto il ghiaccio resiste e poi ho sentito

dire che gli igloo sono piuttosto caldi ...

Giada

I primi tre mesi della nostra permanenza in Giappone stanno volgendo al

termine, e, prima di concederci una meritata vacanza ( ... ) di una settimana

a Kanazawa, Matsumoto, Takayama e Gero, ci aspetta al varco il test di fine

trimestre della scuola. Due giorni di fuoco in cui si tirano le somme sul lavoro

svolto e sulla capacità di apprendimento. Il primo test si è tenuto stamattina, si

trattava di una sessione del 3 livello del noryoku shiken (l'esame internazionale

di lingua giapponese) di uno degli anni precedenti. Il grado di difficoltà non è

elevatissimo, ma per noi pipponi della classe B­3 era a tratti complicato. Lo

stesso test è stato fatto fare alla classe di livello superiore e a quella inferiore

(poveracci questi ultimi), e conteneva alcune forme grammaticali che non

abbiamo ancora studiato.

Domani invece le nostre brave maestrine (è il termine adatto, visto che sono

praticamente costrette a parlare con noi in un giapponese elementare, per farsi

comprendere), ci consegneranno il test da loro preparato che coprirà gli

argomenti studiati dalla nostra classe, e qui è vietato sbagliare. Chi fa bene il

test passa alla classe di livello superiore (B­2 o B­1), chi lo fa male resta un

pippone e si ricuccherà le lezioni già fatte per qualche altra settimana.

Finiro il test, tutti a festeggiare al karaoke, e il giorno dopo, si parte. Tra l'altro

a Gero ci aspetta un tour degli onsen del luogo (i bagni termali), sempre se

riusciamo ad arrivarci, visto che quest'anno esclusa la zona di Tokyo, in tutto il

Giappone si stanno avendo delle nevicate eccezionali. Manco a dirlo la zona più

innevata è quella che dobbiamo andare a visitare noi. Speremo ben ...

La sorella della Gina ci chiede via sms di dirvi che non torniamo a casa per le

ferie natalizie (infatti i soldi necessari per il ritorno li spendiamo in giro per il

Giappone), perchè è stufa di ripetere la solita filastrocca a tutti quelli che le

chiedono nostre notizie. Mi raccomando, continuate a romperle le scatole, così

almeno date un senso alla sua vita.

Buon natale a tutti (se non ci risentiamo prima).

postato da: zioabu alle ore 19/12/2005 12:37 I


prev: Giro d'Italia 2016 di ciclismo - chiusure al traffico in Comune di Treviso