Sempre Cattoni

Quando portiamo la biancheria a lavare alla "coin laundry" (lavanderia a

gettoni), invece di aspettare lì davanti per circaun'ora, in genere andiamo a

mangiare una "yakisoba" (sorta di spaghetti alla piastra con carne e verdure)

dalla nostra vecchietta di fiducia.

In questo localino ci troviamo davvero bene perchè secondo me c'è la migliore

yakisoba di Tokyo (e ne abbiamo mangiate in molti posti per dirlo ... ),

soprattutto perchè è preparata con affetto! L'unico inconveniente è quello di

trovarci Arichan, quello che è voluto diventare a tutti i costi nostro amico. E' un

vecchietto sempre ubriaco che non la finisce un attimo di chiederci cosa ci

piace del Giappone, cosa mangiamo ecc... ecc ... non che sia fastidioso

pove retto , ma quando ho fame non voglio che nessuno mi interrompa finchè

sto mangiando!(anche io ho le mie esigenze .. )

Insomma, giusto l'altro ieri troviamo Arichan in compagnia del suo migliore

amico (ubriaco pure lui) che, dopo un primo momento di timidezza, inizia a

parlarci a raffica di pesca giusto perchè io guardavo con un certo interesse

(vista la bava che quasi mi colava) il suo piatto con un bel pesce ai ferri.

Credo di aver guardato troppo insistentemente quel pesce, perchè pure

Arichan se ne è accorto e con le bacchette ne ha preso buona parte ed è

venuto verso di me per farmelo mangiare! lo non avevo il piatto e

sinceramente non mi allettava molto l'idea di farmi imboccare da lui (anche

perchè c'era Max che guardava ... insomma non era bello, poteva

ingelosirsi. .. )così ho messo le mani con il palmo rivolto verso l'alto come per

ricevere l'ostia, per intenederci, così mi ha posato lì il pesce. Era buonissimo!!!!

E manco a dirlo, il povero Arichan me ne ha offerto un piatto intero ... Appena

finito di mangiare la yakisoba ci alziamo e facciamo per pagare, ma la mama-
san (così si chiamano le signore che gestiscono questi localini) ci dice che

Arichan ci aveva offerto pure quella!!! Noi lo ringraziamo tantissimo (tanto lui

non capiva un c ... o e secondo me ogni volta dopo averci incontrato si chiederà

come mai nel suo portafoglio manchino così tanti soldi. .. vabbè). Il suo amico,

non contento di averci intortato con le sue storie di pesca, si toglie il cappellino

e lo mette in testa a Max dicendo che è un suo regalo. Cerchiamo di uscire, ma

io faccio pure l'errore di ringraziare la mama­san e di dirle che la sua yakisoba

è la più buona in assoluto ... pure lei ci dice di aspettare e dopo un po' torna con

una manciata di mandarini da regalarci!!!

E anche per questa volta abbiamo fatto il pieno A_A

Giada


prev: Giro d'Italia 2016 di ciclismo - chiusure al traffico in Comune di Treviso
next: Tornando sull'argomento negozi ....